Cantiere di Apprendisti: Fare Pratica, Studiare e Fare Carriera

Visita a un cantiere di Rothenburg, Lucerna. Entro aprile 2021 qui sorgeranno quattro nuove case unifamiliari con parcheggio sotterraneo. Un cantiere come un altro? Non proprio: qui comandano gli apprendisti.

Fedele al motto «We Can Build It», Marti Zentralschweiz gestisce un cantiere di apprendisti. Sotto lo striscione «martifuture», il gruppo Marti si impegna per il futuro dei suoi lavoratori. Gli uomini che stanno rimuovendo la cassaforma della soletta di una delle case sono tutti ancora in formazione. L’esperto capomuratore Ricardo Machado dirige e accompagna il giovane team. «Poter fare pratica: questa è la massima priorità per i nostri apprendisti», afferma. «Hanno più responsabilità e devono pensare anche loro.» Di conseguenza, gli aspiranti muratori eseguono anche fasi di lavoro che altrimenti farebbero gli specialisti. «Normalmente per l’armatura arriva un ferraiolo, ma qui la facciamo noi», dice Alexandre Dantas Coelho, 17 anni, apprendista al secondo anno.

I cinque apprendisti sono stati coinvolti fin dalla posa della prima pietra nell’ottobre 2020. Ha ancora delle vecchie foto che li ritraggono in piedi nella sporcizia, dice Robin Kurmann, apprendista al terzo anno, guardando giù dalla soletta che sarà presto finita. Gli apprendisti sono concordi: essere testimoni dei progressi è una delle cose migliori del loro lavoro. «Si può vedere che abbiamo raggiunto qualcosa. E ne siamo orgogliosi», dice l’apprendista Raul Ciaccia anche lui al terzo anno.

Ma la professione di muratore non riserva solo ricompense, ma anche sfide. I giorni di pioggia, per esempio. «Devi essere disposto a lavorare fuori con qualsiasi tempo», dice Alexandre. Ci sono anche lavori in cui gli apprendisti raggiungono i loro limiti. Il capocantiere Furiano Ciaccia afferma: «Gli apprendisti hanno ancora da imparare». Per questo il capomuratore Ricardo Machado è sul cantiere ogni giorno e sostiene la sua squadra. «Per la marcatura ci sono sempre. Altrimenti si corrono dei rischi».

Ma nonostante queste sfide, la giovane squadra sta facendo buoni progressi. «Stiamo rispettando la tabella di marcia», dice Machado non senza orgoglio. Il cliente sa che si tratta di un cantiere di apprendisti e non dà una scadenza. Le quattro case dovrebbero essere pronte tra due mesi. Fino ad allora, le famiglie dei committenti vengono spesso a visitare il cantiere. «Sono sempre molto entusiasti di vedere le novità», dice il capocantiere Furiano Ciaccia. È un esperimento che crea vantaggi per tutte le persone coinvolte. «Anche per il futuro degli apprendisti», è convinto il capomastro Machado. Il progetto permette un esame approfondito della costruzione e una migliore comprensione dei nessi. Chi ha questa esperienza, ha dei buoni requisiti per un’ulteriore formazione nel settore dell’edilizia.

Robin Kurmann, apprendista al 3° anno.
Nicola Prampolini, apprendista al 2° anno
Raul Ciaccia, apprendista al 3° anno
Alexandre Dantas Coelho, apprendista al 2° anno
Ricardo Machado, capomuratore
Furiano Ciaccia, capocantiere

Gli apprendisti del cantiere di Rothenburg conoscono le molte opportunità di formazione continua offerte nel loro settore. Alcuni vogliono maturare ulteriori esperienze lavorative dopo l’esame finale di tirocinio in estate, prima di affrontare il successivo corso di perfezionamento. Altri hanno già dei piani concreti: «Vorrei continuare la mia formazione per diventare macchinista o gruista», dice Nicola Prampolin, 26 anni, apprendista al secondo anno. Un piano che può diventare realtà. Lo sa il capomastro Machado. «Con la pratica e lo studio, tutto è possibile».

 

Una carriera nella costruzione ha molto da offrire. Le imprese di costruzioni svolgono un ruolo centrale nell’attrarre, formare e mantenere nel settore i lavoratori qualificati del futuro. È sui cantieri delle singole imprese che si decide se i collaboratori di talento interessati rimangono nel settore e se possono diventare delle figure chiave. Molti membri della SSIC fanno un ottimo lavoro al riguardo. Nella sua campagna pubblicitaria delle professioni, la SSIC si basa deliberatamente su storie valide, raccontate direttamente dalle imprese stesse. Se anche la Sua impresa porta avanti un progetto interessante per gli apprendisti, si metta in contatto con noi e invii foto e input al seguente indirizzo e-mail: [email protected] .

Circa l'autore

pic

Joel D. Bigler

Responsabile Comunicazione online / Pubblicità mestieri

[email protected]

Condividi questo articolo